SAGITTARIO: PER I NATI DEL MESE!

Nov 29, 2019

sagi

SAGITTARIO: PER I NATI DEL MESE!

Parola D’ordine: Io insegno

Cosa cerca: Il Sagittario cerca la verità delle sue origini e del suo senso terreno.

 

Dopo che il fuoco dell’anima, nel segno dello Scorpione, ha espresso tutte le sue trasformazioni, e l’organismo sociale ed individuale ha raggiunto un livello di stabilità, e di autogestione controllata, nasce l’esigenza di dare a questa struttura ( qualsiasi cosa essa sia ), uno scopo, un intento, una mission, un senso.

Tale scopo ha la funzione di tenere allineati e in assonanza sulla medesima visione tutti i partecipanti del gruppo.

Il segno esprime le qualità in relazione all’ elemento fuoco. Ricordiamo che questi è sinonimo di potere, nella capacità che possiede di scomporre e ricomporre gli elementi, e di conoscenza attraverso la possibilità di illuminare e di portare luce. Il fuoco che attraverso l’orientamento verso il futuro che questo segno ha, porta alla facoltà spirituale che gli umani hanno, e che la coscienza umana possiede che è quella dell’immaginazione, da non confondere con la fantasia. Per immaginazione si intende la possibilità che questo segno ha di poter intravedere lo scopo ultimo di qualunque cosa.

Ha la capacità di dare un itinerario , un progetto di natura anche ipotetica, mentale, ma che conferisca  all’ organismo e all’ individuo, un senso di evoluzione.

Tutte quelle persone che nascono sotto la costellazione del Sagittario sanno che la loro nascita deve onorare l’invisibile da cui provengono e che le loro gesta e le loro esperienze saranno il cibo quotidiano che ricondurrà la loro anima a casa, più vicina possibile alla verità e la Vero.

Il Sagittario è associato alla freccia, la freccia puntata verso l’alto, che possiede il potere ci dicono gli orientali, di collegare gli istinti più bassi con la luce che viene dall ’alto. Quando l’essere umano riesce a portare il fuoco della kundalini che dorme alla base della spina dorsale su fino al cervello, si ottiene l’uomo illuminato.

Con questo segno, l’essere umano diventa consapevole di essere figlio di Dio, composto della stessa luce, generato della stessa forza invisibile. Ordinatrice.

Possiede il potere di ordinare, di creare ,di generare  progetti , persone ,azioni che onorano il suo creatore. Qui l’uomo incontra la propria mission, qui l’uomo incontra la sua parte migliore, la sua parte più elevata, la sua parte di cui può far esperienza , lui solo, ma può essere, questa esperienza testimoniata nella sua luce e nelle sue gesta. In una volontà potente questo segno conferisce di istruire , guidare, condurre i propri fratelli  alla stessa visione, ecco perché è governato da Giove per i Greci, ma da Guru per gli Induisti. Le qualità didattiche , e pionieristiche nonché filosofiche e spirituali di questo segno sono note a tutti.

Il SAGITTARIO E LA Ferita Emozionale

Ferita da rifiuto data per esperienze personali che hanno costruito un sistema di credenze che rifiuta ogni aiuto. Il rifiuto è sempre collegato allo stesso sesso di appartenenza. Il soggetto, in base alle esperienze negative vissute, inizia a sentire che ci sia qualcosa di superiore che gli impedisca di amare secondo le regole degli uomini. Sospetta che le esperienze difficili nascondano una missione ben più grande che deve assolvere. Tali convinzioni raggiungono una tale intensità che l’individuo sembra avere una teoria per tutto, cadendo spesso nella “saccenza”.

Rifiutando una vita normale il soggetto veste la maschera del fuggitivo che deve esplorare il mondo per capire ancora meglio cosa Dio vuole da lui o lei.

La paura che spesso lo coglie è quella di non essere in grado di capire o amare ciò che la vita gli offrirà da ciò il panico da incompetenza esistenziale. L’ideale della conoscenza, che spesso nasconde una non comprensione della semplicità dell’amore, spinge tali soggetti a sviluppare capacità didattiche e filosofiche con  un’incredibile apertura intellettuale che spesso costruisce loro intorno un’aura da “maestri”.

 

Fabrizio A.Mariotti