ACQUARIO: PER I NATI DEL MESE!

Gen 25, 2019

 

ACQUARIO

 

Per i nati dell’Acquario, qualche informazione di base dal cielo.

Nell’era che sta nascendo, caratterizzata appunto dall’acquario, sarà doveroso comprendere a fondo il tratto distintivo di questo segno, ricordando sempre che la personalità di una persona non ce la racconta solo il segno zodiacale , ma tutto il tema natale!

Acquario, parola d’ordine: “io collaboro”. Cosa cerca? Rispetto, verità, spazio e libertà personale.

Partiamo sempre con certezza dall’elemento di appartenenza che in questo caso è l’aria, ricordando che fornisce l’abilità di comunicare e la leggerezza indispensabile per un collegamento col pensiero umano nella sue molteplici espressioni. Se il Gemelli è in relazione alla funzione espressiva individuale e la Bilancia opera sul piano sociale, attraverso le leggi comunitarie, l’Acquario si esprime ad un livello ancora più ampio, ricoprendo la cosiddetta comunicazione globale.

L’Acquario ha la capacità di trovare l’intero universo dentro ogni individuo e lotta per l’unicità di ciascun essere vivente, riconoscendogli i suoi diritti.

L’Acquario rappresenta la fase dello zodiaco dove la mobilità ed il potere comunicativo, trovano una espressione universale, che definiremo globale. Tale espressione si amplia, da un lato, fino agli estremi confini terrestri attraverso l’uso dello spazio in senso fisico. Dall’altro lato, a livello individuale, riconosce ad ogni essere umano il massimo diritto espressivo, aldilà di quella che è la razza o credo, essendo ogni essere umano un microcosmo unico e irripetibile. La tendenza generale del segno è di mantenere costantemente la ricerca del futuro per garantire a l’uomo una meccanizzazione ed un progresso tecnologico che faccia risparmiare tempo e fatica.

 f18aaacb-089d-49a7-a366-7d0b053e2c76

La sua ferita emozionale è la ferita da Autoritarismo ricevuta: a seguito di eventi o notizie inaspettate che traumatizzano il soggetto e lo spingono ad una reazione estrema. Tale reazione è sempre rivolta verso chi incarna l’autorità. L’impotenza che si prova è sentita come causata da una situazione superiore alle nostre forze. Questa perdita di fiducia crea la maschera del rigido riformista e indipendente che si basa solo sulle proprie capacità intellettuali e conoscenze tecnologiche, per rispondere agli inconvenienti della vita. “Se l’autorità è così ingiustamente  ed  egoisticamente presa dal gioco di potere, io non ci sto e me ne vado”. La maschera dell’uomo moderno, che ha le risposte scientifiche ad ogni problema, ma nasconde una paura di fondo di non avere più emozioni, una casa, una patria.

L’ideale della libertà e della creatività dell’ingegno umano ispira questi soggetti a esplorare in campo scientifico, tecnico e artistico tutti i settori umani predisponendo ad una vera e propria innata genialità, messa al servizio degli altri.