CANCRO: PER I NATI DEL MESE!

Giu 24, 2019

c0095900-ec81-44d9-aa09-105ff53753d1

Cancro

Parole d’ordine: Io appartengo

Cosa Cerca?: Cerca di trovare un senso di appartenenza che gli dia la sensazione di essere connessi e accettati all’interno della propria famiglia e della comunità. 

Il segno del Cancro è il segno d’acqua che conclude il quaternario dei segni dell’istinto e dell’individualità. L’elemento acqua rappresenta la tendenza emozionale alla coesione, come bisogno naturale degli animali e degli uomini, di un nido o di una tana. In quanto segno creativo, essendo posizionato all’inizio della stagione estiva, rivela l’emozione primaria collegata con la nascita: il cancro ha la funzione di creare il sentimento di appartenenza.

L’orientamento introverso e la struttura personalizzante del segno, rivelano la presenza di sentimenti arcaici e istintuali come, ad esempio, il fenomeno dell’imprinting che è dettato dal bisogno di nutrimento e protezione: il cucciolo si attacca a qualunque cosa si muova dopo la nascita assumendo che sia la madre.  Questo ha poco a che vedere con quello che è realmente l’affiatamento alla famiglia stessa.

Si può parlare di un ‘senso’ di famiglia che , come dice la parola, ha più a che vedere con quello che il soggetto ‘sente’ essere, o dover essere, una famiglia.

Il rispetto e la sacralità che il Cancro dà alla famiglia riguarda solo lui e visto l’orientamento vettoriale del tempo, il passato, dobbiamo ritenere che la coscienza usi   ricordi e memorie per il bisogno naturale e costante di abbandonarsi ad una persona protettiva e materna.

La comunicazione che il Gemelli aveva sapientemente costruito, fatta di parole e pensieri, trovano nel Cancro il fattore emozionale che ‘lega’ stabilmente un individuo a persone e luoghi. Le nuvole, tante piccole gocce di acqua separate, che i venti (Gemelli) mischiano e spostano, nel Cancro cadono e si uniscono fino a diventare ruscelli o tranquilli laghetti.

Ho trovato nei miei studi un collegamento del Cancro con la razza gialla e di conseguenza con le culture d’oriente. Pensate come in oriente sia potente il culto degli antenati e le tradizioni e le memorie ancestrali abbiano un peso sicuramente maggiore rispetto all’occidente, L’oriente ha il suo archetipo principe nel simbolo e nei contenuti  lunari mentre l’occidente è riconducibile sicuramente al sole.

In Cina l’onore della famiglia è superiore all’onore dell’individuo stesso, in India la famiglia di origine è determinante sul destino individuale.

La legge del karma, così popolare in oriente, si basa su legami, soprattutto affettivi, di odio e d’amore, che spingono l’anima a dover ritornare sulla terra, per tentare di liberarsene. Odio e amore i due principi da cui discendono tutto il caledoscopio delle  emozioni umane che, sappiamo ora, trovano la loro origine nel funzionamento del segno del Cancro.

 

 

Il CANCRO e La Ferita Emozionale

Ferita d’abbandono subita da una situazione familiare particolare. La causa va trovata in un clima di infedeltà, gelosia, separazione,  lutto, violenza o abuso di natura sessuale, che spesso è riconducibile ai primi 7 anni di vita. L’abbandono è sempre da riferirsi al rapporto con qualcuno del nucleo familiare del sesso opposto. In questo particolare caso più che agenti privativi di natura materiale, giocano le paure di aver perso una protezione garantita  ad opera di uno dei due genitori.

Maschera dell’orfano sempre alla ricerca di qualcuno che ci faccia da padre o da madre e che “stia con noi  per sempre”da cui ci aspettiamo una attenzione costante.

Paura della solitudine emotiva, con  un sottofondo emozionale del tipo: “… tanto lo so che tu mi lascerai come gli altri.” Istinto di attaccamento verso i consanguinei come sicurezza di sopravvivenza con capacità di trattare i bambini  e di comprendere a fondo il dolore giovanile che predispongono alla carriera didattica e a tutte le attività di cura verso gli animali e i bambini.

 

Fabrizio A.Mariotti